Lo sapevi che in Russia il capodanno si festeggia ben 2 volte?

No, non ti sto prendendo in giro…

…e giuro che non c’entra niente nemmeno lo spirito goliardico dei russi che amano fare sempre festa con famiglia e amici.

.Questa curiosa usanza – tutta russa – di festeggiare l’anno nuovo 2 volte ha origini ben precise e la storia parte da un passato molto lontano…

 

Capodanno russo nella storia

Nel periodo antecedente al regno dello zar Pietro il Grande (1672-1725), in Russia si festeggiava il Capodanno ai primi di marzo.

Questa festa ha in effetti origini pagane molto antiche ed era legata alla celebrazione della primavera e della rinascita della natura.

Pietro – grande riformatore – desiderava avvicinare la Russia all’Europa, perciò mise in atto numerose riforme.

Emanò tra l’altro un particolare decreto:

il primo giorno di ogni anno sarà celebrato a gennaio e pertanto l’anno nuovo comincerà il 1° gennaio come negli altri Paesi europei.

In quel periodo in Russia vigeva ancora il calendario giuliano che durò fino al 1917, quando i bolscevichi resero ufficiale quello gregoriano, da tanti anni in vigore presso molte nazioni.

Però al momento del passaggio sorse un problema

…la differenza di tempo tra il calendario giuliano e quello gregoriano consisteva in 13 giorni.

Per rimuovere tale discrepanza, i bolscevichi presero una singolare decisione:

il giorno seguente al 31 dicembre 1917 non si sarebbe chiamato 1° gennaio 1918, ma 14 gennaio. Il secondo giorno sarebbe stato il 15 gennaio e così via.

Una volta che il calendario gregoriano venne varato a tutti gli effetti, si cominciò a festeggiare il nuovo anno in data 1° gennaio.

Ma la Russia è un Paese molto vasto. Gli usi e costumi differiscono spesso da una latitudine ad un’altra, per questo non tutti si abituarono ad adottare il calendario gregoriano.

In molti, ancora oggi, continuano a festeggiare il Capodanno che cade il 13 gennaio (Capodanno vecchio) in nome di una bella e simpatica tradizione.

È davvero curioso che in tutto il mondo, solo in Russia si festeggia il capodanno per ben due volte:

la prima assieme a tutto il resto del mondo nella notte dal 31 dicembre al 1° gennaio e la seconda nella notte dal 13 al 14 gennaio.

Ma cosa significa per i russi festeggiare nella data del 13 gennaio?

Particolarità del Capodanno Vecchio ​

Ogni russo vive la festa a proprio modo.

Per alcuni si tratta di cominciare il nuovo anno da un “foglio bianco” portatore di buoni auspici.  Altri usano questo curioso pretesto storico solo perché amano far festa.

Adesso però voglio raccontarti un po’ quello che accade in Russia in queste due settimane

Verso le 24:00 del 31 dicembre il presidente russo porge gli auguri in Tv ai propri connazionali e – non appena l’orologio del Cremino batte le ore – in molte case si stappano bottiglie di champagne.

Nel corso di tutta la notte in televisione trasmettono molte trasmissioni divertenti e popolari film sovietici tanto amati dai russi.

La gente passeggia allegra per le strade, si vanno a trovare gli amici per i tradizionali auguri, ci si scambiano regali e si sparano i fuochi d’artificio.

Ma devi sapere che se per il capodanno del primo gennaio i festeggiamenti si fanno in grande stile, non vale lo stesso per il Capodanno Vecchio (13 gennaio):

anzitutto non è considerato giorno festivo in Russia, anche se la gente ama celebrare questa ricorrenza lo stesso.

Per il Vecchio Capodanno non si fanno regali, non si festeggia tutta la notte e in Tv vengono riproposte le stesse trasmissioni andate in onda la sera del 31 dicembre.

Si prepara tuttavia una cena molto ricca e si apparecchia la cosiddetta tavola festiva, celebrando la ricorrenza in modo più calmo e tranquillo rispetto alla serata del 31 dicembre.

Piccola curiosità

Sai perché il Natale ortodosso si festeggia il 7 gennaio e non il 25 dicembre come in tante altre parti del mondo?

Quando i bolscevichi decisero di adottare il calendario gregoriano, la Chiesa russa si dichiarò contraria alla riforma.

Ecco perché gli ortodossi rimangono fedeli, in maniera inamovibile, a quella differenza di 13 giorni citata sopra.

Conoscevi questa particolare usanza russa? Cosa ne pensi? Fammelo sapere nei commenti e se ti è piaciuto l’articolo condividilo sul tuo social preferito.