Skip Navigation Links

7 gennaio Natale Ortodosso

l Natale ortodosso si celebra il 7 gennaio, dopo 9 mesi dopo l'Annunciazione a Maria Vergine. La festa del Natale é la più importante dell'anno, dopo la Pasqua. Prima del Natale c'é un periodo di preghiera alternato dal digiuno per 40 giorni. Comincia il 27 novembre. Il digiuno naturalmente non é assoluto, si raccomanda di mangiare di magro nei giorni di mercoledì e venerdì. Di norma si consuma il pesce in quei giorni. La vigilia di Natale, giorno
di severo digiuno si chiama Sočelnik, per via del cibo sočivo, che consiste  in grano lesso e frutti. L'unico cibo previsto in quella giornata. Il digiuno dura fino che non compare in cielo la prima stella.

In genere però per la conclusione del periodo di digiuno si aspetta che dopo la liturgia venga intonato l'inno di Natale "Rozhdiestvo Tvoe, Xriste Bozhe nasc". In quel momento al centro della chiesa viene portata l'icona del Natale. Con essa un cero, che simboleggia la stella cometa di Betlemme. Finché non compare questo simbolo della stella, il digiuno non si interrompe. La chiesa viene addobbata per le feste. La casa anche si riempie di decorazioni, soprattutto si fa l'albero, elka. Per la verità questo avviene nelle 
case dove l'albero é considerato un simbolo del Natale, anche se non nella tradizione ortodossa. Nelle altre l'albero si fa per l'anno nuovo, novogodnaia elka. Sulla cima dell'albero si mette una stella, come la nostra cometa sul presepe. In molti casi si usano anche ghirlande con pesci, pecore... tutti simboli della tradizione cristiana, che ancora oggi ritroviamo nella catacombe cristiane di Roma.